5 strane tradizioni di Natale nel mondo

Il Natale è un evento che accomuna ogni Paese del mondo ma che ciascuno vive a modo proprio con tradizioni che spaziano dal grandioso allo strano. Benché la nostra idea di Natale sia quella legata al Presepe, a Babbo Natale e ai decori fatti di pino e lucine, non tutti lo festeggiano secondo questa usanza. Anzi, le tendenze che si vedono nel mondo sono le più disparate e in alcuni casi hanno il potere di lasciarci letteralmente a bocca aperta.

Ecco perché abbiamo voluto raccogliere alcune delle più strane ricorrenze natalizie a cui ti potrà capitare di assistere almeno una volta nella vita.

1.   La tradizione delle scope in Norvegia

Iniziamo il nostro viaggio nelle tradizioni natalizie del mondo proprio con la Norvegia perché qui si è radicata un’usanza che ha poco a che fare con la religione ma molto con il pagano. Secoli fa gli abitanti pensavano che alla vigilia di Natale uscissero allo scoperto spiriti e streghe e che si impossessassero delle scope per sfrecciare sopra la testa delle persone. Da questa credenza è derivata l’usanza di nascondere le scope per evitare che le streghe le rubino e spaventino le persone. Quindi se ti recherai in Norvegia nel periodo natalizio, non stupirti se non vedrai scope in giro!

2.   Le lanterne giganti nelle Filippine

Nel sud est asiatico le feste delle lanterne sono particolarmente diffuse e le Filippine hanno deciso di utilizzarle per festeggiare il Natale. La festa ha luogo a San Fernando, città considerata come la “capitale del Natale”. Durante questo evento scatta la competizione tra i villaggi per quello che riuscirà a costruire la lanterna più maestosa.

3.   San Nicola in Germania

San Nicola è una festa che si celebra in modo molto particolare in Germania. Nella notte del 6 dicembre San Nicola, Nikolaus in tedesco, viaggia a dorso di un asino per lasciare dolcetti ai bambini di tutta la Germania. Durante il suo peregrinare visita sia i bambini che si trovano a casa sia quelli che sono a scuola e in cambio dei dolcetti chiede di recitare una poesia o cantare una canzone. La ricorrenza di San Nicola assomiglia molto alla nostra idea di Santa Lucia.

4.   Yule Lads, i Babbo Natale in Islanda

In islandese si chiamano jólasveinar, sono dei personaggi che assomigliano a troll e che nei 13 giorni precedenti al Natale visitano i bambini islandesi. Questi ultimi lasciano le loro scarpine sul davanzale della finestra così i troll gli faranno visita e regaleranno qualche dolcetto se si sono comportati bene. Se invece si sono comportati male? I bambini al loro risveglio troveranno delle patate.

5.   Capra Gävle in Svezia

Nella piazza del castello a Gävle viene costruita una capra gigante, alta addirittura 13 metri, per festeggiare l’Avvento. Oltre alla costruzione della capra, un’altra tradizione che si è sviluppata attorno ad essa è il falò. Non tutti gli anni gli abitanti riescono a bruciare la capra, ma questo non li ferma dal tentare ogni volta.

I commenti sono chiusi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: